Vai al contenuto
Donna al cellulare sullo sfondo di un paesaggio urbano notturno

Cos'è l'ERP?

Questa sigla sta per Enterprise Resource Planning, o pianificazione delle risorse d'impresa, ma cosa significa di fatto ERP? Per una definizione più semplice possibile, si pensi a tutti i processi di business di base necessari per far funzionare un'azienda: finanza, HR, produzione, supply chain, servizi, approvvigionamento, e altro. Ridotto alla sua essenza, l'ERP è ciò che permette di gestire in modo efficiente tutti questi processi in un sistema integrato. Nell'ambito di una organizzazione è comunemente noto anche come "gestionale".


A ben guardare,  sistemi ERP disponibili oggigiorno sono tutt'altro che soluzioni "di base" e hanno ben poco a che vedere con quelli dei decenni scorsi. Ora sono fruibili tramite il cloud e si avvalgono delle tecnologie più all'avanguardia – quali l'intelligenza artificiale (AI) e il machine learning – per offrire automazione intelligente, maggiore efficienza e visibilità immediata sull'intera azienda. Un moderno software ERP è inoltre in grado di mettere in connessione le operazioni interne con i business partner e le reti d'impresa di tutto il mondo, conferendo alle aziende la collaborazione, l'agilità e la velocità di cui hanno bisogno per essere competitive oggi.

Come funzionano i sistemi ERP?

Il sistema ERP – o suite ERP – è l'insieme di una serie di moduli o applicativi aziendali integrati che dialogano tra loro e attingono a un database condiviso.

 

Ogni modulo ERP è generalmente focalizzato su un unico settore specifico del business, ma opera di concerto con tutti gli altri utilizzando gli stessi dati allo scopo di soddisfare le esigenze dell'azienda. Finanza, contabilità, risorse umane, vendite, approvvigionamento, logistica e supply chain sono i moduli più spesso adottati come punto di partenza. Le aziende scelgono il modulo che preferiscono per poi aggiungerne di nuovi e dimensionarli secondo necessità.

 

I sistemi ERP si adattano anche ai requisiti di settori specifici, sia nell'ambito delle funzionalità centrali del sistema, sia tramite estensioni degli applicativi che si integrano perfettamente con la suite.

 

Il software ERP può essere acquistato con la formula dell'abbonamento in cloud (il cosiddetto "software-as-a-service") oppure con il modello della licenza (per la modalità "on premise").

Comuni moduli ERP

I sistemi ERP si compongono di una varietà di moduli diversi. Ciascun modulo supporta uno specifico processo aziendale – ad es. la finanza, l'approvvigionamento o la produzione – e mette a disposizione degli addetti dei rispettivi reparti le transazioni e la visione di cui hanno bisogno per svolgere le proprie mansioni. Essendo ogni modulo collegato al sistema ERP, il risultato è un'unica versione corretta dei fatti, con dati accurati condivisi tra tutti i reparti.

Schema che mostra gli elementi costitutivi dell'ERP

 

I moduli ERP più ampiamente utilizzati sono i seguenti:

  1. Finanza: Il modulo per la finanza e la contabilità rappresenta l'autentica spina dorsale di gran parte dei sistemi ERP. Oltre a occuparsi del libro mastro generale e ad automatizzare le principali operazioni finanziarie, permette alle aziende di tracciare i conti fornitori (AP) e i crediti verso clienti (AR), effettuare le chiusure contabili con efficienza, generare rendiconti finanziari, rispettare le norme di rilevazione dei ricavi, mitigare il rischio finanziario e altro ancora.
  2. Gestione delle risorse umane: quasi tutti i sistemi ERP prevedono un modulo HR in grado di provvedere alle funzionalità di base quali la rilevazione di orari e presenze e il calcolo delle retribuzioni. Semplici add-on o persino intere suite per la gestione del capitale umano (HCM) possono collegarsi all'ERP per offrire funzionalità di HR ancor più complete – dall'analisi della forza lavoro alla gestione dell'esperienza dei dipendenti.
  3. Sourcing e approvvigionamento: il modulo sourcing e approvvigionamento aiuta le aziende a procurarsi i materiali e i servizi necessari per produrre i propri beni – o gli articoli che intendono rivendere. Il modulo centralizza e automatizza gli acquisti, incluse le richieste di preventivi, la creazione dei contratti e le approvazioni. Permette di ridurre al minimo gli acquisti in eccesso e in difetto, migliorare le trattative con i fornitori attraverso l'analisi supportata dall'AI e persino connettersi senza soluzione di continuità con le reti di buyer.
  4. Vendite: Il modulo vendite tiene traccia delle comunicazioni con i clienti attuali e potenziali – oltre a consentire ai commerciali di sfruttare approfondimenti basati sui dati per incrementare e intercettare nuovi contatti con promozioni e opportunità di upselling mirate. Include funzionalità per il ciclo completo dell'ordine, dalla gestione degli ordini ai contratti, dalla fatturazione alla gestione delle performance di vendita, fino al supporto della forza vendita.
  5. Produzione: il modulo produzione è una componente chiave del software ERP per quello che riguarda la programmazione e l'esecuzione. Aiuta le aziende a semplificare complessi processi produttivi, facendo in modo che la produzione sia allineata alla domanda. Il modulo include generalmente funzionalità per la pianificazione del fabbisogno di materiale (MRP), la programmazione della produzione, l'esecuzione della fabbricazione, la gestione della qualità e altro ancora.
  6. Logistica e gestione della supply chain: altra componente chiave dei sistemi ERP, il modulo riservato alla supply chain tiene traccia dei movimenti di merci e forniture lungo l'intera filiera di un'organizzazione. Prevede strumenti per la gestione in tempo reale delle scorte, l'operatività del magazzino, i trasporti e la logistica – allo scopo di migliorare la trasparenza e la resilienza della supply chain.
  7. Assistenza: nell'ambito dell'ERP, il modulo dell'assistenza permette alle aziende di prestare ai clienti quel servizio affidabile e personalizzato che si aspettano. Il modulo può comprendere strumenti per le riparazioni interne, i ricambi, la gestione degli interventi presso i clienti e i flussi di ricavi provenienti dall'assistenza. Prevede inoltre funzioni analitiche che aiutano i rappresentanti e i tecnici dell'assistenza a risolvere i problemi dei clienti, rafforzandone la fidelizzazione.
  8. R&D e ingegneria: i sistemi ERP più sofisticati includono anche un modulo per la ricerca e sviluppo e l'ingegnerizzazione. Questo modulo mette a disposizione strumenti incentrati sui prodotti, in termini di progettazione e sviluppo, gestione dei ciclo di vita, conformità e non solo – il tutto affinché le aziende possano lanciare innovazioni rapidamente e a costi contenuti.
  9. Gestione degli asset aziendali: i sistemi ERP più completi possono prevedere anche un modulo di EAM (o Enterprise Asset Management), che aiuta le aziende che fanno un uso massiccio di beni strumentali a ridurre al minimo i tempi di inattività e far funzionare macchinari e impianti al massimo regime. Il modulo si articola in funzionalità per la manutenzione predittiva, la programmazione, l'operatività e la pianificazione degli asset, l'ambiente, la salute e la sicurezza (EHS) e non solo.

    Integrazione dell'ERP

    I sistemi ERP attualmente disponibili offrono una gamma vastissima di funzionalità aziendali, ma devono comunque connettersi e sincronizzarsi con altre applicazioni e fonti di dati – quali il software di CRM e HCM, le piattaforme di e-commerce, le soluzioni specifiche di settore e persino altri ERP. Grazie all'integrazione dell'ERP le aziende possono ottenere una visione unificata delle informazioni provenienti da sistemi diversi, innalzare l'efficienza dei processi di business, migliorare la customer experience e facilitare la collaborazione tra team e business partner.

     

    Oltre a essere aperti e flessibili, i moderni sistemi ERP possono integrarsi facilmente con un ampio ventaglio di prodotti software ricorrendo a connettori o adattatori personalizzati, come le interfacce API (Application Programming Interface). In alternativa, l'integrazione dell'ERP può avvenire tramite sistemi ESB (Enterprise Service Bus) e iPaaS (integration Platform-as-a-Service). Quest'ultima opzione, accompagnata da un approccio basato su cloud, sta riscuotendo grande favore presso le aziende più moderne. Le piattaforme iPaaS riescono a sincronizzare rapidamente i sistemi ERP on-premise o in cloud con le applicazioni SaaS dello stesso fornitore o di terzi. Con una programmazione praticamente nulla, sono flessibili, relativamente poco costose e offrono una vasta scelta di altri usi, che vanno dalla generazione automatica di API all'integrazione dei dati di machine learning, passando per l'integrazione delle reti IoT (Internet of Things) e i contenuti predefiniti, e altro ancora.

    Sei vantaggi chiave dell'ERP

    Un buon sistema ERP comporta numerosi vantaggi di diversa natura. Questi sono i primi sei:

    Schema dei vantaggi dell'ERP
    1. Maggiore produttività: snellisci e automatizza i processi di core business per aiutare tutti i membri dell'organizzazione a fare di più con meno risorse.
    2. Conoscenze più approfondite: elimina la compartimentazione delle informazioni, affidati a un'unica fonte di informazioni attendibili e ottieni risposte rapide alle questioni aziendali mission-critical.
    3. Accelerazione della rendicontazione: riserva una corsia preferenziale ai report di business e finanziari e condividi i risultati in tutta semplicità. Trasforma gli insight in azione e migliora le performance in tempo reale.
    4. Minori rischi: massimizza la trasparenza e il controllo dell'azienda, assicura la conformità ai requisiti normativi e attua misure di previsione e prevenzione del rischio.
    5. Semplificazione dell'IT: il ricorso ad applicazioni di ERP integrate che condividono un database comune permette di semplificare l'IT e di far lavorare tutti in modo più semplice.
    6. Maggiore agilità: grazie a operazioni efficienti e all'accesso immediato ai dati in tempo reale, puoi identificare rapidamente le nuove opportunità e reagire di conseguenza.

    Esempi di ERP in vari settori

    Per essere competitive e affermarsi nei rispettivi settori – dall'automotive alla distribuzione all'ingrosso – le imprese hanno bisogno di informazioni precise e in tempo reale. Le ragioni per cui i vari settori fanno affidamento sul proprio software ERP sono tuttavia di natura piuttosto varia. Andiamo ad esaminare alcuni esempi:

    • Le utilities sono costrette a rivedere costantemente i propri beni capitali, non solo per rispondere alla domanda di servizi futuri, ma anche per il rinnovo degli impianti obsolescenti. Senza ERP, stabilire le priorità per questi ingenti investimenti sarebbe un'operazione complessa e soggetta a errori. L'ERP giunge in soccorso alle aziende di pubblici servizi anche sotto un altro aspetto cruciale, ossia la previsione dei ricambi. L'indisponibilità delle corrette parti di ricambio durante un guasto può dare luogo a gravi disservizi per il cliente. D'altro canto, l'approvvigionamento di un esubero di ricambi si tradurrebbe in costi eccessivi e scorte obsolete.
    • Per i grossisti, gli importatori, le imprese di consegne dirette al punto vendita e di logistica 3PL/4PL, la puntualità è una condizione imprescindibile. Sono tutte organizzazioni che puntano a ridurre i costi di distribuzione, rafforzare le rotazioni dello stock e contrarre i tempi del ciclo completo dell'ordine. Per centrare questi obiettivi, devono poter contare sull'integrazione delle funzionalità di gestione del magazzino, acquisti e logistica, nonché sull'automazione di processi personalizzati sulle loro esigenze.
    • Le imprese di produzione discreta, per lotti e a processo continuo si affidano tutte ai sistemi ERP e di supply chain per soddisfare i criteri di qualità dei prodotti, gestire lo sfruttamento degli impianti, tenere sotto controllo i costi degli straordinari, gestire i resi cliente e altro ancora. Le aziende del manifatturiero possono inoltre ottenere un controllo del magazzino a 360° monitorando i movimenti di stock, individuando con esattezza i prodotti con le migliori e le peggiori performance e gestendo in modo più efficiente l'approvvigionamento.
    • Le società che prestano servizi di di consulenza contabile, tributaria, ingegneristica, informatica, legale e in altri settori professionali hanno bisogno di una tecnologia mobile di ERP potente e in tempo reale per rispettare gli impegni di erogazione dei servizi tenendo d'occhio l'integrità finanziaria. Il segreto del successo dei servizi professionali è la capacità di rispettare il calendario gestendo al contempo la redditività dei progetti, l'utilizzo delle risorse, la rilevazione dei ricavi, gli obiettivi di entrate ricorrenti e le opportunità di crescita.
    • Il retail è stato investito da una importante trasformazione, che ha visto l'e-commerce fondersi con gli altri canali di vendita e soprattutto con le attività dei negozi fisici. La possibilità di offrire opzioni di self-service per l'individuazione, la configurazione, l'acquisto e la spedizione dei prodotti dipende dalla disponibilità di dati integrati. Un moderno ERP aiuta peraltro gli operatori del commercio al dettaglio a ridurre l'abbandono dei carrelli, migliorare le conversioni nei siti Web, innalzare il valore dell'ordine medio e accrescere il valore del ciclo di vita del cliente.

    Tipi di distribuzione dell'ERP

    Sono vari i modi in cui i moderni sistemi ERP possono essere distribuiti: in cloud pubblico o privato, on- premise o in vari scenari ibridi che mettono insieme più ambienti. Ecco alcuni dei vantaggi generalmente attribuibili a ciascuna di queste tipologie per aiutarti a individuare l'opzione di distribuzione ERP che più si addice al tuo business.

    Schema delle opzioni di distribuzione dell'ERP

     

    ERP in cloud

    Con l' ERP in cloud, il software è ospitato nel cloud e distribuito tramite Internet con la formula del servizio in abbonamento. È generalmente il provider del software a farsi carico delle operazioni periodiche di manutenzione, aggiornamento e sicurezza per conto dei clienti. Oggigiorno l'ERP in cloud rappresenta il metodo di distribuzione più diffuso per vari motivi, fra cui i minori costi iniziali, la maggiore scalabilità e agilità, la facilità di integrazione e altri.

     

    ERP on-premise

    È il tradizionale modello di distribuzione del software in cui spetta al cliente occuparsi di tutto. Il software ERP viene di norma installato nel data center, presso le sedi da te scelte. L'installazione e la manutenzione dell'hardware e del software sono di competenza dei tuoi addetti.

     

    Sono molte le aziende che in un'ottica di ammodernamento hanno deciso di aggiornare i sistemi ERP on-premise spostandoli sul cloud. Un simile passaggio è possibile solo con un'attenta pianificazione dell' upgrade dell'ERP e uno scrupoloso processo di valutazione sia del software ERP sia delle opzioni di distribuzione.

     

    ERP ibrido

    Per le aziende che pensano di soddisfare al meglio le proprie esigenze di business con una combinazione dei due, è disponibile il modello di ERP in cloud ibrido . In questo caso, parte delle applicazioni e dei dati dell'ERP risiederà sul cloud e parte resterà nella sede fisica dell'azienda. Lo stesso sistema è anche noto come ERP a due livelli.

    Indipendentemente dall'approccio di distribuzione, l'ERP per la finanza può aiutarti a gestire in tutta sicurezza i processi di contabilità ordinaria e di chiusura contabile.

    Il costo totale dell'ERP

    Il costo dell'ERP dipende dal fornitore del software, dai moduli scelti e dal metodo di distribuzione. In linea generale, l'ERP in cloud ha un costo inferiore rispetto alla versione on-premise per il semplice fatto che non prevede l'acquisto della componente hardware, né il ricorso agli onerosi esperti IT interni. Il fornitore provvede alla manutenzione e addebita al cliente un canone di abbonamento annuale o mensile basato generalmente sul numero di utenti.

     

    Nel calcolare il ritorno sull'investimento (ROI) e il costo totale di proprietà (TCO) di una nuova implementazione ERP, i costi iniziali e correnti per il personale non sono meno importanti di quelli legati alla scelta del software e al tipo di distribuzione. Con le opzioni cloud e ibride occorre valutare nuovi fattori, che inducono a tenere attentamente in considerazione i costi imputabili, ad esempio, a manutenzione del software, strutture, capacità dei computer, tempi di inattività, operazioni di recupero, sicurezza, privacy e personale IT. Come già accennato, le opzioni cloud riducono sensibilmente i costi sia di investimento che di esercizio, a tutto vantaggio rispettivamente del ROI e del TCO.

    Storia dell'ERP: la rapida evoluzione dell'ERP

    I primi applicativi aziendali informatici hanno fatto la loro comparsa nel mondo della finanza e contabilità negli anni '60, con l'introduzione dei computer "mainframe". All'epoca fortemente innovative, queste soluzioni erano già molto più rapide e precise dei processi manuali – ma erano costose, limitate nelle funzionalità e ancora lente. Non giro di breve tempo questi applicativi innescarono lo sviluppo di soluzioni standalone dedicate quali l'elaborazione degli ordini di vendita e la pianificazione dei fabbisogni della produzione (MRP).

     

    Verso la metà degli anni '80 l'intensificarsi della concorrenza nel manifatturiero ha fatto emergere la necessità di nuovi strumenti. Il nuovo software MRP II si è così arricchito di contabilità e finanza, vendite, magazzino e pianificazione e programmazione della produzione – mettendo a disposizione dell'industria un sistema integrato.

     

    Per l'introduzione del primo ERP dobbiamo attendere la fine degli anni '90. L'ERP ha trasformato il settore tecnologico ponendosi al servizio di un più ampio spettro di industrie e mettendo insieme MRP II, risorse umane, contabilità di progetto e reportistica per gli utenti finali.

     

    Con l'arrivo del 21° secolo, le connessioni Internet sempre più veloci e i nuovi strumenti di sviluppo hanno nuovamente rivoluzionato le suite ERP. L'introduzione delle soluzioni basate su browser ha aperto la strada al software ERP in cloud, una formidabile innovazione capace di rendere più potenti le soluzioni ERP sia per raggio d'azione che per funzionalità.

     

    Oggi, nell'era della trasformazione digitale, i moderni sistemi ERP si affidano in misura crescente alle nuove tecnologie intelligenti come l'AI, il machine learning, l'automazione dei processi robotici (RPA), l'IoT, l'elaborazione del linguaggio naturale (NLP) e i database in-memory. Le aziende acquisiscono così la capacità di gestire processi ancor più efficienti, sfruttare conoscenze aggiornate al minuto ricavate da dati transazionali e non strutturati, e in ultima analisi restare competitive in una fase di cambiamento senza precedenti.

    Schema che mostra la storia dell'ERP

    Le 10 cose da cercare in un sistema ERP

    Ogni moderno sistema ERP si presenta con il suo lungo elenco di funzionalità legate al settore per il quale è finalizzato e ai moduli che offre. Possiamo tuttavia isolare almeno 10 caratteristiche fondamentali che tutti i sistemi di gestione delle risorse dovrebbero avere:

     

    1. Un database comune: informazioni centralizzate e un'unica versione dei fatti – da cui attingere dati coerenti e condivisi e una visione interfunzionale dell'azienda.
    2. Analisi integrata: funzioni analitiche incorporate, BI in self-service, reporting e strumenti per la compliance, il tutto per offrire insight intelligenti su ogni settore del business.
    3. Rappresentazione grafica dei dati: presentazione delle informazioni fondamentali sotto forma di cruscotti, KPI e analisi "punta e clicca" per favorire decisioni rapide e consapevoli.
    4. Automazione: automazione delle mansioni ripetitive e RPA avanzata supportata dall'AI e dal machine learning.
    5. Coerenza di UI/UX: stessa veste grafica e fruibilità in tutti i moduli, oltre a strumenti intuitivi per la configurazione e la personalizzazione di processi, utenti (compresi clienti e fornitori), business unit, sedi e linee di prodotto, a titolo di esempio.
    6. Integrazione: perfetta continuità tra processi di business e flussi di lavoro, in un quadro di integrazione semplice e aperto con altre soluzioni software e fonti di dati, anche di terze parti.
    7. Nuove tecnologie: supporto per AI e machine learning, assistenti digitali, IoT, RPA, sicurezza e privacy, e mobile.
    8. Piattaforma tecnologica: un parco tecnologico veloce, sperimentato e stabile per questo investimento a lungo termine – che prevede una piattaforma a basso codice/senza codice, iPaaS, gestione dati e altro ancora.
    9. Supporto internazionale: a livello di lingue, valute e prassi e normative aziendali locali – oltre a supporto tecnico per servizi cloud, formazione, help desk e implementazione.
    10. Scelta della modalità di distribuzione: cloud, on-premise o ibrida.

    Prova una moderna soluzione di ERP cloud

    Metti alla prova SAP S/4HANA Cloud e osserva in prima persona i vantaggi di un sistema ERP intelligente

    Esplora il software ERP

    SAP ha la soluzione ERP giusta per le esigenze di qualsiasi azienda, grande o piccola che sia.

    Altri capitoli della serie

    Domande frequenti sull'ERP

    Il sistema software ERP è un insieme di applicativi o moduli integrati per la gestione dei principali processi di business di un'azienda – compresi finanza e contabilità, supply chain, HR, approvvigionamento, vendite, gestione del magazzino e non solo. Integrati in un unico sistema completo, i moduli ERP condividono un database comune per snellire i processi e lo scambio delle informazioni nell'intera azienda. Man mano che crescono, le aziende possono ampliare l'ambito di applicazione del proprio ERP.

    L'ERP cloud è l'implementazione dell'ERP in cloud anziché on-premise. Per le sue caratteristiche di piattaforma accessibile, affidabile, sicura e altamente scalabile per il software mission-critical, il cloud si presenta come l'ambiente ideale per l'ERP. Il software ERP in cloud "puro" viene sviluppato in modo specifico per la distribuzione nell'ambiente cloud al fine di sfruttarne appieno i vantaggi. Scopri tutti i dettagli dell' ERP in cloud e delle opzioni di distribuzione dell'ERP.

    Nella contabilità, ERP è l'acronimo di Enterprise Resource Planning, ossia pianificazione delle risorse d'impresa, e si riferisce a un tipo specifico di software gestionale. I moduli di finanza dell'ERP riprendono molte delle funzionalità già presenti nel software per la contabilità, per esempio strumenti per i conti creditori e debitori, libro mastro, gestione delle spese, reportistica, analisi e altro ancora. Oltre alla gestione finanziaria, l'ERP prevede moduli per le diverse aree aziendali, quali la supply chain e l'HR, integrando tutte le componenti in un unico sistema.

    È pratica comune presso le aziende ricorrere in una fase iniziale a vari strumenti semplici e indipendenti gli uni dagli altri per gestire i diversi processi di business – si pensi ad esempio a QuickBooks o ai fogli di calcolo Excel. Se però ti riconosci nelle cinque situazioni seguenti significa che la tua azienda è cresciuta troppo per un sistema simile, e hai bisogno di un moderno ERP.

    1. Le attività ordinarie ti assorbono troppo tempo. Se ti impegnano più della gestione delle attività chiave, come la chiusura dei libri contabili, potrebbe essere a causa del numero eccessivo di applicazioni eterogenee. Il software ERP integra soluzioni e dati in un unico sistema con un'interfaccia comune, che rende più semplice per le business unit comunicare e svolgere efficacemente il proprio lavoro.
    2. Molte domande riguardanti la tua azienda restano senza risposta. Riesci a trovare risposte facili a quesiti importanti sulla tua attività, quali il fatturato per linea di prodotto o il numero di resi? Se la risposta è "no", significa che la tua operatività è intralciata da sistemi segregati e dall'indisponibilità di metriche e KPI. Il software di pianificazione delle risorse d'impresa, ERP, è pensato esattamente per superare queste criticità.
    3. Alcuni tuoi processi di business sono fuori controllo. Ci sono aree in cui senti che i processi aziendali ti sfuggono di mano? Forse trovi sempre più difficoltà a gestire il magazzino, soddisfare i clienti o tenere a bada i costi. Se è così, è probabile che i tuoi processi aziendali debbano essere rivisti per far fronte alla crescita o a priorità che cambiano – esattamente quello che fa un software ERP.
    4. Ti porti dietro processi manuali con molteplici tipi di dati. I tuoi reparti ricorrono perlopiù ad applicazioni proprie e a processi interni per lavorare? Se la risposta è "sì", è molto probabile che tu stia sprecando tempo nell'inserimento di dati duplicati. Quando le informazioni non circolano in modo fluido tra i sistemi, la rendicontazione richiede più tempo, gli errori si moltiplicano e i processi decisionali sono ostacolati.
    5. Non riesci a cogliere opportunità che richiedono prontezza di riflessi. La gestione dell'azienda ti assorbe a tal punto da impedirti di perseguire nuove stimolanti opportunità? I sistemi ERP più evoluti includono funzionalità intelligenti avanzate come il machine learning e l'analisi predittiva, che rendono più facile individuare e capitalizzare nuove iniziative imprenditoriali remunerative.

    SAP Insights Newsletter

    Abbonati subito

    Acquisisci informazioni approfondite iscrivendoti alla nostra newsletter.

    Torna all'inizio